“stART” è alla sua seconda stagione, si tratta di un’esposizione d’arte a 360° situata al primo piano di DranK con ogni mese un nuovo artista, una nuova atmosfera, un nuovo concept.

Dal 15 Marzo al 15 Aprile saranno esposte le foto di Egidio Scardapane.

Egidio Scardapane nasce a Perth nel 1954,figlio di immigranti abruzzesi.A soli 11 anni torna in Italia dove frequenta il liceo artistico di Pescara.

La routine del lavoro in fabbrica alla Magneti Marelli non gli impedisce di coltivare l’amore per l’arte che lo porterà a partecipare a numerose manifestazioni pittoriche e fotografiche.

A guidarlo nei suoi scatti è sempre la luce che condiziona l’intera prospettiva dei suoi paesaggi, delle figure umane, degli oggetti. Nelle fotografie è evidente l’attaccamento alla sua terra, cercandone la bellezza nelle piccole cose del quotidiano: un’anziana che passeggia sulla battigia, i paesaggi collinari, un auto di un quartiere periferico.

Ed è proprio la luce che impreziosisce i luoghi tramite uno sguardo caravaggesco. Il paesaggio è il protagonista indiscusso, attraversato da persone senza volto e oggetti sospesi nel tempo e ne racconta la storia tramite echi lontani ed ombre sfuggenti, evidenziando la solitudine del genere umano, la sua miseria davanti alla natura, l’horror vacui.

I suoi scatti trasmettano un leopardiano prendersi oltre la siepe, immortalando il vuoto, la stasi ma sono pieni di vita, in cui l’assenza sfida l’osservatore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.