Anche quest’anno ho partecipato con il mio staff alla più grande manifestazione internazionale dei vini e distillati a Verona che si è conclusa con 125 mila visitatori totali da ben 145 nazioni diverse!

Un’esperienza sensoriale che mi ha di nuovo portato a fare nuove conoscenze fondamentali per Drank. In questa 74esima edizione sotto i riflettori più che mai il sempre più grande e ben organizzato padiglione Abruzzo dove erano presenti svariate cantine amiche con disponibili molte chicche inoltre le loro svariate proposte, che puoi trovare nella mia carta vini.

Mi ha rincuorato vedere il nuovo consorzio abruzzese finalmente diviso in provincie, era ora che si incominciasse con le distinzioni delle diverse zone anche nella nostra regione, le differenze sostanziali che può avere ad esempio un Montepulciano d’Abruzzo della costa in confronto ad un’altro dell’entro terra possono essere infinite, l’Abruzzo è bello tutto ma con una varietà infinita, giusto definire la zona di appartenenza e quindi differenziarle con disciplinari creati appositamente.

La tendenza assoluta del momento sono le bollicine, molti i prodotti validi, ma anche molta confusione a riguardo, bisogna scegliere bene cosa bere nei momenti di tendenza massima di un prodotto a mio canto.
Le cantine che ho amato di più? Non è facilissimo fare una scelta però ci provo:
per l’Abruzzo si riconferma Emidio Pepe, Planeta per le isole e Feudi di San Gregorio come fuori regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *